Sofferenze per la fine di un amore: come superarle?

Una vita senza amore non ha molto senso. E potrebbe essere di questa opinione la persona che ha da poco chiuso una storia d’amore importante che sicuramente ha lasciato il segno, oltre che delle cicatrici molto profonde che hanno bisogno di tempo per rimarginarsi. Sappiamo bene che non è facile tornare a vivere dopo aver visto sfuggire via una relazione importante che magari si è protratta per molto tempo. Si tratta di un compito molto difficile, ma di certo non impossibile. Adesso proviamo a scoprire in che modo si possono superare le sofferenze provocate dalla conclusione di un importante relazione amorosa.

Secondo delle ricerche che sono state condotte di recente dalla nota psicologa statunitense Naomi Eisenberger, le pene d’amore derivanti dalla conclusione di una relazione producono gli stessi effetti di una malattia. La studiosa è arrivata a questa conclusione dopo aver somministrato dei test a ben 122 persone. Da quest’indagine si evince che le sofferenze d’amore tendono ad alterare la condizione morale dell’individuo e gli effetti ricadono anche sul cervello stesso.

Quest’ultimo aspetto è stato notato in alcuni soggetti, che pativano delle sofferenze a causa di delusioni amorose, sottoposti ad una risonanza magnetica mostravano una maggiore operatività della corteccia anteriore del cervello. Questa area del nostro cervello è responsabile dei dolori fisici. Da lì deriva la conclusione che le sofferenze patite in amore, per la fine di una storia, producono nel nostro cervello degli effetti equivalenti a quelli di una vera ad una vera e propria patologia.

I sintomi che si avvertono sono diversi: come prima cosa, sia una carenza delle endorfine che incide in maniera negativa sull’umore dell’individuo. Tali sostanze durante una relazione, soprattutto nel corso di un rapporto sessuale, aumentano in maniera importante. Un altro sintomo molto comune è la perdita di fiducia verso l’esterno e nei confronti della vita in generale.

Ma quali sono gli strumenti che bisogna utilizzare per guarire da tali sofferenze amorose? Considerato che le sofferenze derivanti dalla storia d’amore equivalgono ad una vera e propria patologia, bisogna utilizzare gli espedienti facilmente reperibili nella società: il mondo è pieno di gente da conoscere, pertanto per uscire dal labirinto di depressione nel quale ci si sente ingabbiati, occorre un atto di coraggio. Ciò significa che bisogna evitare di stare per troppo tempo tra 4 mura del proprio guscio e di vivere di più la socialità, dando vita a nuove forme di interazioni che portano a conoscere nuove persone, fare nuove amicizie e chissà, magari, un giorno per caso, trovare anche l’altra metà della mela. Se questo atto di coraggio lo si vuole rimandare in un momento successo, perché si ha la necessità di stare da soli e di prendersi un periodo di riflessione, ci può stare, ma l’importante è che non si rimanga ancorati nella propria condizione e che al più presto si ritorni all’azione e soprattutto alla vita.